Articoli marcati con tag ‘prostata’

Epilobio: Una Cura Naturale per La Prostatite e La Prostata Ingrossata

I problemi di prostata nell’uomo possono essere anche molto invalidanti, privando della masculinità l’uomo e provocando dolori e handicap anche piuttosto gravi.

Epilobio per la prostata

C’è una pianta poco conosciuta, ma riscoperta ultimamente da una erborista francese che l’ha inclusa in uno dei suoi erbolari come metodo medicamentoso. L’Epilobio per la prostata è uno dei rimedi naturali migliori che abbiamo a disposizione.

Epilobio rimedio naturale

Proscar, Propecia, Avodart, sono tutti farmaci prescritti dai medici per ridurre le dimensioni e i sintomi della prostata, ma sfortunatamente possono causare impotenza, ansia e insonnia.

Invece, infusioni di piante come l’epilobio (Epilobium parviflorum) possono risolvere i problemi di iperplasia prostatica, inducendo l’apoptosi (suicidio) delle cellule tumorali e la remissione del cancro (vedi link), senza effetti collaterali e, in molti casi sicuramente curare la malattia della Prostata, tornando a godere di rapporti sessuali normali.

Ma non finisce qui la funzione del meraviglioso Epilobium parviflorum, che è stato riconosciuto come anti-infiammatorio a 10 volte più efficace del pericoloso Indocid (indometacina), che è un farmaco solitamente prescritto per l’artrite reumatoide, l’osteoartrite, spondilite anchilosante, la borsite, le tendiniti e la gotta acuta.

I forti effetti collaterali dell’Indocin (indometacina) puoi trovarli in questo link:

Inoltre i farmaci ufficiali precedentemente annunciati per la prostata, non solo non curano le malattie della prostata, ma ti fanno dipendente per la vita, generandoti altri problemi più gravi a causa degli effetti collaterali

Per fortuna, alcuni medici stanno già raccomandano questa meravigliosa pianta, proprio per ridurre gli effetti collaterali causati da questi farmaci indesiderati.

Non so se sanno che il parviflorum Epilobium impedisce anche la perdita dei capelli e la ravviva, soprattutto se la caduta è causata da uno squilibrio ormonale per via dei farmaci