“Yoga significa unione, armonia. Praticando Yoga portiamo il nostro essere in unione, in armonia con se stesso, con l’ambiente esterno e con la natura. Man mano che entriamo nello stato di unione e armonia, acquistiamo buona salute.” (Paramahamsa Satyananda)

La parola sanscrita Yoga deriva da yuj, letteralmente “aggiogare”, e significa “giunzione” o “unione“.

Lo Yoga è, nella sua forma iniziale, il veicolo che permette allo Yogi (il praticante di Yoga) di unire la sua individualità esteriore al suo nucleo di coscienza interiore e, nella sua forma finale, il veicolo per mezzo del quale lo Yogi unisce il proprio sé interiore con il Sé Universale.

La disciplina dello Yoga si è sempre occupata del benessere fisico e mentale dell’essere umano e dell’integrazione tra un corpo sano e una mente equilibrata.

yoga tradizioni tipi

La sua filosofia afferma che ogni uomo vive utilizzando solo una piccola parte delle sue potenzialità e che, tramite le pratiche di Yoga, è possibile risvegliare gradualmente capacità latenti ed energie assopite ed inespresse.

Creare una personalità olisticamente ed armoniosamente sviluppata è il requisito di base, essenziale per il raggiungimento dei più elevati stadi di evoluzione spirituale.

Esistono differenti forme o tradizioni di Yoga, differenti approcci che possono essere più o meno adatti alle diverse nature dell’essere umano. Secondo la concezione yogica ogni tecnica, se praticata con assiduità e concentrazione, porta ad un unico obiettivo finale: lo stato di Illuminazione o Samadhi che corrisponde allo stato di Super Coscienza.

Ci sono innumerevoli tipi di yoga, vediamo i più diffusi:

Hata Yoga

L’Hatha Yoga, di cui sono parte integrante i Shatkriya, le Asana e il Pranayama, è la via dell’equilibrio dei processi fisiologici e delle energie vitali. I Shatkriya sono pratiche di purificazione delle nadi o flussi pranici.

Le Asana sono posture che aiutano a rivitalizzare l’intero corpo, forniscono agli organi e ai sistemi fisiologici l’energia necessaria a compiere efficientemente ogni attività e regolarizzano le secrezioni delle ghiandole endocrine (pituitaria, pineale, tiroide e paratiroidi, surrenali, pancreas, gonadi) e dell’organo residuale del timo, il cui funzionamento è in relazione alla struttura della personalità, all’emotività, al comportamento più o meno equilibrato dell’uomo, allo stress e alla capacità di resistenza alle malattie.

Il Pranayama comprende una serie di tecniche che utilizzano il respiro per armonizzare, estendere e distribuire il prana o energia vitale.

Raja Yoga

Le tecniche del Raja Yoga sono finalizzate a liberare la mente da tensioni, condizionamenti e impressioni negative in essa bloccate, a controllare la formazione dei pensieri e a rendere la mente concentrata e unidirezionale.

Quando la mente viene disciplinata si risvegliano spontaneamente potenzialità latenti quali ricettività, concentrazione, creatività, saggezza, intuizione.

Jnana Yoga

E’ definito come la via della conoscenza, non intellettuale, ma della conoscenza che deriva dall’intuizione.

La pratica del Jnana yoga richiede una forte volontà per oltrepassare l’intelletto, per non credere e non accettare nulla che non sia basato sull’esperienza personale, per indagare intensamente, per trovare da sé e in sé le risposte fondamentali dell’esistenza.

Kundalini Yoga

E’ lo yoga dell’attivazione dei chakra, centri psichici, energetici sottili connessi ai centri del cervello ancora assopiti, e del risveglio di Kundalini Shakti, l’energia primordiale che risiede alla base della colonna vertebrale.

Bhakti Yoga

E’ lo yoga dell’amore e della devozione verso il divino, in qualsiasi forma.

Bhakti Yoga è un potente metodo per armonizzare e canalizzare l’espressione delle emozioni.

Per chi è spontaneamente incline a praticarlo, questo tipo di yoga è la via più facile e più veloce che conduce alla conoscenza superiore e alla trascendenza.

Karma Yoga

Il Karma Yoga è la via della realizzazione spirituale attraverso il coinvolgimento nell’azione e nel lavoro disinteressato.

L‘essenza del Karma Yoga è consapevolezza, altruismo e generosità . E’ centrato sulla riduzione progressiva delle iniziative ed azioni condizionate dall’ego.

Nel Karma Yoga l’azione rivolta verso il prossimo sviluppa la consapevolezza di essere uno strumento e un mezzo che predispone all’apertura verso gli altri.
Proseguendo e perfezionando l‘esperienza del Karma Yoga si può arrivare a sperimentare l’amore e la devozione che sono pura espressione del Bhakti Yoga.

Nadi Yoga

E’ parte del Laya Yoga ed è strettamente connesso al Mantra Yoga, al Japa Yoga, alla musica e ad ogni aspetto del suono.

Le sue pratiche utilizzano il suono come strumento per focalizzare la consapevolezza, come mezzo di trascendenza e per portare a fare esperienza del suono interiore.

Negli stadi avanzati del Nada Yoga è possibile favorire il ritorno del flusso di coscienza verso la sua sorgente originale.